Stefania Palmieri

#iProssimi20Anni

L’anno scorso abbiamo festeggiato l’anniversario della nascita di EvoBus Italia e ripercorso il cammino dell’azienda intervistando colleghi veterani. Altrettanto preziosi, tuttavia, sono i 20 anni di età dei nostri collaboratori più giovani, quelli che incarnano il futuro, le potenzialità e la forza EvoBus.

Nel ‘96 erano nati da poco e oggi sono pronti a raccogliere il testimone per contribuire ai traguardi di domani, con la passione e l’entusiasmo di sempre.

Inauguriamo una serie di interviste ai più giovani collaboratori di EvoBus con le risposte di Stefania Palmieri, 27 anni, dinamica collega dell’ufficio legale.

Dov’eri nel 1996 quando nasceva EvoBus Italia?
Ero in terza elementare ed ero una grande fan delle Spice Girls, peraltro la mia cultura musicale si è arrestata li, come può testimoniare il mio capo – sorride Stefania.

Come t’immagini fra 20 anni?
Vorrei raggiungere sempre nuovi obiettivi nel lavoro e nella crescita personale, ma vorrei anche riuscire a mettere su una bella famiglia numerosa.

Come e dove viaggeremo fra 20 anni?
In modo finalmente e veramente ecologico; è l’unico vero traguardo al quale dobbiamo puntare per migliorare questo pianeta in difficoltà.

E poi viaggiare vorrà dire non solo muoversi veloce, ma sarà anche un’occasione per conoscere i compagni di viaggio (e, perché no, a bordo di un autobus futuristico “bla bla bus”).

Come immagini l’autobus fra 20 anni?
Oltre al comfort sul quale si è già raggiunto un ottimo livello, mi piacerebbe un autobus che offra dei servizi concreti, un autobus “esperienziale”: sarebbe bello viaggiare per lunghe tratte con a bordo un consulente, un’estetista, uno you tuber o un musicista, insomma mettere a frutto le ore di viaggio per imparare qualcosa di nuovo o, perché no, un’ottima occasione per farsi fare un bel massaggio alla cervicale.

Cosa vorresti non esistesse più fra 20 anni?
Beh, il precariato, il terrorismo e la crisi economica… ma anche l’uso improprio e rincitrullente dei social; viva i rapporti veri e gli scambi di opinioni!

Cosa vorresti aver conservato fra 20 anni?
La mia eterna curiosità e voglia di imparare, ovvero il vero segreto della longevità.

Quale sarà la prima notizia al telegiornale del 2036?
Dunque, a Studio Aperto credo lo sbarco di Dudù sul Marte, mentre nel tg di la7 le guerre silenziose tra stati a colpi di cyber security.

Cosa sei certa di trovare in EvoBus anche fra 20 anni?
La qualità e affidabilità dei suoi marchi e la certezza che, pur facendo parte di una grande multinazionale, l’aspetto umano è ancora al primo posto.

Un collega cui vorresti assomigliare tra 20 anni e perché?
Vorrei assomigliare a tutti quei colleghi, e ce ne sono tanti qui, che ogni giorno, qualsiasi cosa accada, hanno sempre una buona parola, una battuta o una cosa da condividere con ironia e semplicità.

Un viaggio che vuoi assolutamente fare nei prossimi 20 anni?
Dentro me stessa, non è così semplice, siamo complicate noi donne!

Una cosa che vuoi assolutamente imparare nei prossimi 20 anni?
Altre lingue, è sempre utile e piacevole.

Tre parole per accompagnare il viaggio EvoBus nei prossimi 20 anni.
Innovazione, comunicazione e talenti!

Grazie a Stefania Palmieri!
EvoBus ha bisogno del tuo entusiasmo, della tua energia, della tua voce, oggi e ne #iProssimi20anni.

Verso l'alto